Le cose devono cambiare

Nel giorno della scomparsa di Nicky Hayden l’uomo del giorno è Tanel Kangert. Ieri l’estone ha fatto un volo da paura. Ha centrato in pieno uno spartitraffico e con la brutta caduta è stato costretto ad abbandonare il Giro e la sua stagione è finita sull’asfalto bergamsco insieme alle sue ambizioni. Il momento nero dell’Astana continua: dopo l’infortunio di Aru e la tragica morte di Michele, il capitano designato era Tanel che al momento dell’abbandono … Leggi l’articolo completo

Share

Pagelle ignorantissime

Brutt: Anche per il buon Pavel gli anni avanzano e la pensione è sempre più vicina e così alla cronometro appena vede un cantiere ci si lancia manco fosse un giavellotto. La voglia di fare amicizia con gli altri vecchietti al cantiere è tanta. Voto: 10 VECCHIETTO AL CANTIERE Campenaerts: alla cronometro poteva fare una buona prestazione ma ha preferito andare piano piano in maniera tale che la scritta sul petto non si cancellasse con … Leggi l’articolo completo

Share

Gli uomini (ignoranti) del giorno

In questi 3 giorni ci siamo assentati più di Modolo in volata, assente ingiustificato e Ferrari che bombereggia negli sprint al posto suo, ma non temete siamo tornati a raccontarvi le ultime 3 tappe con l’ignoranza, quella di classe. 8° tappa: Scegliamo Valerio Conti. Ingenuo, troppo generoso, attacca sempre per primo e chiude su tutti con la foga di un bambino che apre un pacchetto di figurine del Giro, poi in curva entra come un … Leggi l’articolo completo

Share

L’uomo del giorno di ieri

In una tappa, come quella di ieri, vivace come una lezione di storia antica in uzbekistano trovare un uomo del giorno non è stato facile. Potevamo scegliere Ewan che dopo aver letto le nostre ignorantissime pagelle ci ha voluto smentire subito o Gaviria che si è infilato in un buco che nemmeno una mosca sarebbe riuscita a passare. Ma abbiamo scelto l’uomo che non vi aspettate: Tom Stamsnijder. Perché ? Ora ve lo raccontiamo … … Leggi l’articolo completo

Share

Pagelle ignoranti con Uomo del giorno di ieri

Ci erano mancate, ma sono tornate più brutte di sempre. Ruffoni e Pirazzi: Se questo sport continua a essere infangato è per colpa di “cretini di questo tipo”, riportando le parole di altri corridori. Fosse solo il doping ci potrebbe anche stare, a sbagliare in questo sport che ti porta sempre al limite sono stati in tanti, ma con loro sono seguite bugie, epica quella di Ruffoni e smentita poi dalla Gazzetta stessa perché nelle … Leggi l’articolo completo

Share

L’uomo del giorno di ieri e di oggi

Ieri è successo di tutto: da Gaviria che ha sbagliato completamente una curva (anche se mal segnalata) e ha mandato tutti al bar, a Zakarin che quando vede una caduta ci si tuffa dentro che Cagnotto spostati, per passare per i guerrieri Pelucchi, Roy e Losada, arrivati al traguardo completamente sfasciati manco fossero finiti in una rissa nei peggiori bar di Caracas a Javi Moreno che gli è partito l’embolo e ha iniziato a strattonare … Leggi l’articolo completo

Share

L’Etna di Michele

Oggi, nel giorno della scomparsa di Weylandt, si ritorna sull’Etna dove sei anni fa fu protagonista Michele Scarponi, vincitore poi di quel Giro nel 2011, vista la squalifica di Contador, anche se Michele non ha mai sentito suo quel Trofeo senza fine. Protagonista sull’Etna, sì, ma non come avrebbe voluto lui. Michele, ha raccontato Saronni, era convinto che sarebbe riuscito a stare con Il Pistolero e addirittura staccarlo e invece Scarpa riesce a stare con lo spagnolo solo … Leggi l’articolo completo

Share

1a tappa: l’uomo del giorno è…

Per quanto possa essere stata noiosa la prima tappa il Giro è cominciato comunque all’insegna dello spettacolo e dell’ignoranza. Tappa dai ritmi bassi. Lenti. Una cicloturistica con ritmi da crociera per iniziare la Corsa Rosa. Come se fosse il primo giorno di scuola e il professore che entra annuncia “Oggi si fa lezione” e tutti scoppiano a ridere perché il primo giorno di scuola non si fa mai una beata mazza ed è risaputo. E così 205 km di passerella … Leggi l’articolo completo

Share

L’ultimo saluto a Michele

Ieri a Filottrano si sono tenuti i funerali di Scarponi, ed erano in moltissimi per salutarlo per l’ultima volta. Noi dopo giorni abbiamo voluto riscrivere a Michele. Oggi Michele, sulla pagina Facebook siamo tornati a scherzare, dopo qualche giorno che proprio non ci riuscivamo perché sappiamo che te avresti preferito così. Ci avresti detto “regalatelo un sorriso agli altri”, perché era nel tuo stile, perché sorridevi sempre. In questi giorni Michele, i social continuavano a … Leggi l’articolo completo

Share

Ciao Michele, buon viaggio

Oggi, mi sono svegliato, ed era tutto vero. Non era un brutto sogno. Ero sul divano, il telefono vibra, notifica di Eurosport “Michele Scarponi è morto in un incidente stradale: mondo del ciclismo sconvolto”. Urlo: “noooooo”. Tant’è che mia madre corre in soggiorno chiedendomi cosa fosse successo “è morto Scarponi” rispondo con un filo di voce e poi le volto lo schermo del telefono davanti agli occhi come a dimostrarle che, purtroppo, è tutto vero. … Leggi l’articolo completo

Share